David Avino, Ceo di Argotec, al festival dell'Economia di Trento

David Avino, Ceo di Argotec, al festival dell’Economia di Trento

L’esperienza dell’azienda italiana nella New Space Economy
22/05/2023 15:41
1684762922 David Avino Ceo di Argotec al festival dellEconomia di Trento

Trento, 22 mag. (askanews) – Venerdì 26 maggio, alle 17.30, nella Sala di Rappresentanza di Palazzo Geremia a Trento, nell’ambito del programma della XVIII edizione del Festival dell’Economia, si aprirà il panel sul tema “Il mercato dei servizi spaziali”. David Avino, CEO e fondatore di Argotec, porterà il suo contributo come imprenditore ed esperto del settore con oltre trent’anni di carriera.

Insieme a lui, sul palco, ci saranno Leopoldo Benacchio (Il Sole 24 Ore), Elena Grifoni Winters (Ufficio Politiche spaziali di Palazzo Chigi), Roberto Battiston (Università degli Studi di Trento) e Marco Ferrazzani (Asi).

Il Festival dell’Economia di Trento, dove da sempre trovano spazio riflessioni profonde sui più cogenti temi dell’economia globale, nonché trend emergenti destinati a segnare il futuro, sarà il contesto ideale per fare il punto sul tema del mercato dei servizi spaziali e sul contributo dato da Argotec in tal senso.

Si pensi al programma Iride per l’Osservazione della Terra, coordinato dall’Esa (Ahenzia Spaziale Europea) e promosso dal governo italiano con i fondi del Pnrr. Argotec è stata la prima azienda a firmare per questo importante progetto, con il compito di fornire una propria costellazione di satelliti che andrà a svolgere un ruolo determinante nelle attività di osservazione della Terra dallo Spazio, con decine e decine di diverse implicazioni. Parliamo, per esempio, di prevenzione di disastri ambientali, tutela dell’ambiente, monitoraggio del clima ma anche attività produttive d’avanguardia come l’agricoltura di precisione.

Ancora, guardando più distante da noi, sempre in tema di servizi spaziali, Argotec è al lavoro sulla sua costellazione di satelliti, chiamata Andromeda, che avrà come obiettivo quella di garantire una comunicazione ad alta efficienza sulla superficie lunare, con uno sguardo a un futuro non troppo remoto che passa dall’esplorazione della Luna – un giorno base per Marte – agli utilizzi commerciali fino alla prospettiva del turismo spaziale.

Quello della New Space Economy è uno scenario in continua espansione, con un valore di mercato in rapidissima crescita, che contempla miliardi di investimenti a livello globale e un tasso di nuove assunzioni tra i più alti dell’industria manifatturiera.

Argotec è una space company italiana, con base a Torino e una sede in Maryland (Usa). Le sue principali linee di business sono la produzione di satelliti di piccole dimensioni ad alta affidabilità e l’ideazione di soluzioni di comfort per astronauti e futuri turisti spaziali.

Nel 2022 è stata l’unica azienda al mondo ad avere due smallsat operativi nello spazio profondo, nell’ambito delle missioni Nasa, Dart e Artemis 1. Attualmente è al lavoro su numerosi progetti, tra cui la costellazione HEO per l’Osservazione della Terra, nell’ambito del programma IRIDE.

Il fatturato previsto nel 2023 è di 35 mln (quasi triplicato rispetto al 2022), con un piano di assunzioni aperto di 100 talenti. A breve è prevista l’espansione dell’area produttiva con la creazione di una Space Factory che avrà le dimensioni pari a circa cinque volte quella attuale.