La Banca centrale Svizzera: assicurate "ingenti liquidità", arginata la crisi Credit Suisse - askanews.it

“Non morirò di fame”, esce a metà febbraio il film di Spinazzola

Con Michele di Mauro (Call my agent) e il polacco Jerzy Stuhr

FEB 2, 2023 -

Roma, 2 feb. (askanews) – È stata posticipata a metà febbraio l’uscita di Non morirò di fame, il nuovo film di Umberto Spinazzola interpretato da Michele Di Mauro (Call My Agent Italia), dal celebre attore polacco Jerzy Stuhr e dall’esordiente Chiara Merulla. Il film è una co-produzione italo-canadese, prodotto da La Sarraz Pictures, Rai Cinema e da Megafun Productions e distribuito sempre da La Sarraz Pictures. “Non morirò di fame” è una storia toccante e di riscatto che tratta tematiche universali, come l’elaborazione del lutto e il complesso e profondo rapporto padre-figlia, ma anche tematiche a carattere sociale come lo spreco alimentare. Il film, infatti, racconta la storia di Pier (Michele Di Mauro), ex chef stellato che vive ai margini della società ma che ritroverà il suo amore per la cucina attraverso un viaggio nel recupero alimentare, elaborando ricette con ingredienti ri-utilizzati e salvati dallo spreco. Ad accompagnarlo in questo emozionante percorso ci sarà l’anziano clochard aristocratico Granata (interpretato da Jerzy Stuhr, celebre attore feticcio di Andrzej Wajda, Krysztof Zanussi e Krysztof Kieslowski), che lo aiuterà a riscoprire il suo talento. E sarà proprio grazie a questo che Pier riuscirà a recuperare il difficile rapporto con la figlia Anna (interpretato dalla giovane Chiara Merulla, per la prima volta sul grande schermo).