La Banca centrale Svizzera: assicurate "ingenti liquidità", arginata la crisi Credit Suisse - askanews.it

ASP Asilo Savoia: al via convegno su nuovo modello di intervento

E' riconosciuto a livello normativo dalla Regione Lazio

GEN 10, 2023 -

Milano, 10 gen. (askanews) – Si è tenuto oggi presso la Sala Tevere della Regione Lazio in Via C. Colombo, 212, il convegno “Palestra della Salute e Social Trainer: Sport e cura nella Regione Lazio”, promosso dall’Azienda pubblica di servizi alla persona Asilo Savoia nell’ambito del programma “Talento & Tenacia – Crescere nella Legalità”. Alla prima sessione, dedicata all’illustrazione del nuovo modello di servizio sperimentato dall’ASP, comprensiva di testimonianze di utenti ed operatori, sono seguiti gli interventi degli stakeholder istituzionali, con la partecipazione, tra gli altri, del Presidente della Commissione Sport di Roma Capitale, Nando Bonessio, dell’ordinaria in scienze dello sport dell’Università Foro Italico Laura Capranica, del Responsabile nazionale per lo Sport di Sport e Salute Spa, Salvatore Sanzo, e le conclusioni dell’Assessore alla Salute della Regione Lazio Alessio D’Amato. L’Azienda pubblica di servizi alla persona “Asilo Savoia”, in coerenza con le proprie finalità statutarie e nell’ambito del programma “Talento & Tenacia” promosso d’intesa con la Regione Lazio ai sensi della DGR 98/2021, è infatti da tempo impegnata nella definizione di nuovi servizi e modelli di intervento volti a promuovere la cura e il benessere di specifici target attraverso lo sport. “In particolare dal giugno scorso con la ‘Palestra della Salute’, nata da un accordo sottoscritto dall’Assessorato alle Politiche Sociali e Salute di Roma Capitale e ubicata nel complesso della Casa di Riposo Roma III – dichiara il Presidente di Asilo Savoia Massimiliano Monnanni – si è inteso costituire un vero e proprio polo per la promozione del benessere e della salute per tutte le età, sperimentando così, attraverso un apposito accordo con la ASL RM 1, un modello integrato imperniato sulla diffusione delle attività fisiche adattate per prevenire e contrastare i fenomeni di senescenza e coadiuvare i percorsi di cura medica delle patologie croniche stabilizzate”. Si tratta – come spiega la nota rilasciata dall’Asilo Savoia – di una struttura aperta a tutte le fasce di età con un’articolata programmazione di corsi fitness e un servizio di personal trainer di comprovata professionalità, ideata come risposta a specifiche esigenze degli over 50 e degli over 70, con una serie di attività e servizi sportivi che la rendono unica a Roma e nel Lazio nel settore dell’active ageing. Ma la Palestra è anche e soprattutto uno spazio a valenza intergenerazionale dove hanno potuto trovare risposte efficaci e all’insegna della qualità e dell’accoglienza giovani, donne e famiglie e dove ad ognuno è stato assicurato il massimo comfort, in un ambiente professionale e coerente con quella che è la filosofia di “Talento & Tenacia”, una palestra accessibile a tutti, che mira al benessere fisico abbinando relax e allenamento. La Palestra della Salute, infine, oltre alle classiche attività nell’ambito fitness e ginnico adatte a tutte le età (tra cui quelle rivolte in particolare alla terza età come ginnastica posturale, antalgica, dolce, risveglio muscolare, yoga, pilates) prevede poi una programmazione specifica di “attività fisiche adattate” rivolte a fasce di popolazione definite fragili: – anziani – sedentari – soggetti con sindrome metabolica – disabilità di vario genere (sia fisici che cognitivi) – pazienti post-chirurgici/fisioterapici avvalendosi a tale scopo di macchinari specifici, tecniche di allenamento adattate e personale specializzato con titoli riconosciuti a livello universitario per le attività fisiche adattate. Ma cardine del modello sperimentato per la prima volta a Roma e nel Lazio è anche una nuova figura ideata dall’ASP, quella del “Social Trainer”, che sistematizza e ricomprende al suo interno, competenze, abilità e doti tecniche che attualmente risultano essere frammentate e disperse in una pluralità di figure – di ambito sociale, sanitario, sportivo e di cura – alcune usualmente rinvenibili nell’ambito di servizi pubblici, altri tipiche di funzioni, che seppure commerciali, rientrano ormai in un concetto di benessere allargata della persona anziana. In particolare attraverso l’impresa sociale nata grazie al finanziamento del bando “Fermenti” del Dipartimento delle Politiche Giovanili, sono state svolte già le prime due edizioni del corso, conferendo il titolo riconosciuto dal CONI di “social trainer – operatore polifunzionale per la terza età” a complessivi 42 giovani atleti di cui il 50% tesserati per il Montespaccato Calcio. L’attività posta in essere dall’ASP e i positivi risultati fin qui raggiunti hanno condotto la Regione Lazio a riconoscere con apposito provvedimento normativo la tipologia delle “Palestre della Salute” attraverso i commi 107-109 dell’articolo 9 della l.r. 19 del 23 novembre u.s. Anche a livello europeo è arrivato un autorevole riconoscimento: il 28 novembre scorso a Bruxelles la nuova figura del “Social Trainer” ideata da Asilo Savoia è infatti salita sul podio del “Be Active Award”, il Premio istituito dalla Commissione europea per valorizzare a livello internazionale le migliori pratiche sportive, per la categoria “Across Generation”. Il Convegno – conclude la nota dell’ASP – è servito per l’appunto ad illustrare il modello in questione ed analizzarne insieme contenuti e prospettive di diffusione e sviluppo omogeneo e capillare sul territorio regionale, improntandolo ad una integrazione strutturale con i servizi socio-sanitari e le realtà territoriali sportive e del terzo settore.