La Banca centrale Svizzera: assicurate "ingenti liquidità", arginata la crisi Credit Suisse - askanews.it

Borse europee rimbalzano con Ws e inflazione Usa, Milano +2,36%

Generali +3,6% dopo conti. Vendite sui bond dopo la corsa di lunedì

MAR 14, 2023 -

Milano, 14 mar. (askanews) – Chiusura in netto rialzo per Piazza Affari e le Borse europee che rimbalzano dal crollo di lunedì in seguito alla bufera sulle banche americane, innescata dal fallimento della Silicon Valley Bank. A Milano l’indice principale Ftse Mib, che ieri ha lasciato sul terreno il 4%, ha guadagnato il 2,36%, a Parigi il Cac40 ha fatto segnare un +1,86%, a Francoforte il Dax +1,82%, a Londra il Ftse100 +1,21%. Archiviato (per oggi) il panico per un effetto contagio sul settore bancario globale, dopo una prima parte della seduta all’insegna del nervosismo e della volatilità, i listini del Vecchio Continente hanno messo il turbo, spinti dalla performance sprint di Wall Street e dal dato sull’inflazione Usa. I prezzi al consumo negli Stati Uniti sono cresciuti a febbraio in linea con le attese, rallentando al +6% annuo e rafforzando le scommesse di un piccolo aumento dei tassi di interesse da parte della Fed nella prossima riunione. A Piazza Affari, tra i titoli principali, seduta sugli scudi per Interpump (+4,35%), seguita da Unicredit (+4,2%) e Moncler (+3,95%). Generali, in scia ai buoni risultati 2022 diffusi, ha chiuso con un rialzo del 3,62%. Bene anche Mediobanca (+2,52%). Sul fronte dei titoli di Stato, dopo la brusca discesa di lunedì, sono tornati a salire i rendimenti nell’eurozona e negli Usa: il tasso del Btp decennale sul mercato secondario si è portato al 4,3% (+17 punti base), il Bund al 2,45% (+ 25 pb).