La Banca centrale Svizzera: assicurate "ingenti liquidità", arginata la crisi Credit Suisse - askanews.it

Covid, familiari vittime: il 18 marzo giorno di memoria e vita

L'evento organizzato dall'Associazione #Sereniesempreuniti

MAR 14, 2023 -

Milano, 14 mar. (askanews) – Si farà memoria ma sarà anche l’occasione per commentare l’attualità e lanciare un messaggio di speranza e di vera rinascita: l’Associazione dei familiari delle vittime #Sereniesempreuniti organizza per il 18 marzo 2023 una serata aperta a tutti dal titolo “La memoria e la vita”. L’evento commemorativo nella Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid19, a tre anni da quando i camion militari portarono le bare fuori da Bergamo, si terrà dalle 18 presso la sala consiliare del Filandone in via Allegreni 37 a Martinengo, in provincia di Bergamo. Nella prima parte dell’evento l’Associazione presenterà le proprio attività con la volontà di farsi conoscere e coinvolgere nuove persone: sono tante infatti le iniziative promosse da #Sereniesempreuniti con la collaborazione di scuole, biblioteche e altri enti culturali. Seguirà un approfondito dibattito sull’attualità: alla luce della chiusura delle indagini della Procura di Bergamo che vede 19 indagati, tra cui nomi eccellenti della politica e degli enti dirigenziali, la giornalista di Valseriana News Gessica Costanzo dialogherà con il collega di Report (Rai3) Giulio Valesini. Il giornalista fu il primo ad occuparsi della questione al centro dell’inchiesta di Bergamo: il piano pandemico nazionale non aggiornato e non attivato. Valesini parlerà della sua inchiesta, che negli anni si è allargata coinvolgendo tutti i responsabili della tragedia che nella primavera del 2020 nella sola provincia di Bergamo ha causato 6200 decessi in più. Con loro, a commentare il procedimento penale, l’avvocato Consuelo Locati, da sempre in prima linea nel reperimento di documenti per l’accertamento delle verità e delle responsabilità. Spazio anche al procedimento civile che vede chiamati in causa – dal team legale che segue l’Associazione – il governo Conte, l’ex Ministro della Salute Speranza e il governatore di Regione Lombardia Attilio Fontana. Ad illustrare le tappe di questo procedimento che prevede il risarcimento del danno, l’avvocato del foro di Milano Giovanni Benedetto, esperto in materia sanitaria a cui si aggiungerà la voce del professore Emilio Chiodo del Centro Europeo Medicina delle Catastrofi della Repubblica di San Marino e consulente degli avvocati. La serata si concluderà con un momento artistico con il contributo dell’Associazione artistica Orizzonti Inclinati di Miri Ronchetti. “Nessuno dimenticherà che c’è stato un tempo in cui, dopo i canti sui balconi, i cori, la sofferenza, la delusione e la fatica, un gruppo di semplici persone ha capito cosa significa essere davvero ‘sereni e sempre unti’ – commentano dal direttivo -: unitevi a noi, facciamo che questa tragedia ci restituisca dignità e una vera rinascita”.