Spagna: 45 mln risorse Prtr per modernizzare irrigazione agricola – askanews.it

Spagna: 45 mln risorse Prtr per modernizzare irrigazione agricola

Nelle zone di Huesca e Lleida
Mar 11, 2024

Roma, 11 mar. (askanews) – Il ministero dell’Agricoltura, della Pesca e dell’Alimentazione (MAPA), attraverso la Società Commerciale Statale delle Infrastrutture Agrarie (SEIASA), ha formalizzato oggi a Lleida due accordi per stanziare un totale di 45.000.000 di euro per realizzare lavori di ammodernamento che consentano di risparmiare sui costi dell’acqua e dell’energia nell’irrigazione a Huesca e Lleida. Gli accordi firmati si aggiungono agli oltre 140 milioni di euro che saranno investiti nell’ammodernamento dell’irrigazione nelle province di Lleida e Girona.

Il progetto di modernizzazione e miglioramento dell’efficienza energetica con l’incorporazione di energie rinnovabili nella zona irrigua del Canale di Aragón e della Catalogna ha un budget di 20.000.000 e andrà a beneficio di 11.088 irrigatori e agirà su un’area di 104.850 ettari. Inoltre, è attualmente in esecuzione un altro progetto incluso nel Piano di ripresa, trasformazione e resilienza (PRTR) con un investimento previsto di 6.360.000 euro e che consiste nella sua completa digitalizzazione.

Il progetto di ammodernamento dell’irrigazione del Canale Pinyana, che copre i comuni di Corbins, Benavent de Segriá, Torre-Serona, Vilanova de Segriá, Lleida e La Portella (Lleida), prevede un investimento di 25.000.000 di euro. La nuova infrastruttura, di cui beneficeranno 673 irrigatori, mira a ridurre l’attuale utilizzo di combustibili fossili e i costi energetici, fornendo acqua per l’irrigazione per gravità ai 1.880 ettari interessati.

Entrambe le azioni fanno parte della cosiddetta Fase III, del Piano di Ripresa, Trasformazione e Resilienza del Governo spagnolo (PRTR), all’interno del Piano per migliorare l’efficienza e la sostenibilità dell’irrigazione promosso dal Ministero dell’Agricoltura, della Pesca e dell’Alimentazione. per questo motivo sono cofinanziati con i fondi Next Generation dell’Unione Europea.